COTTO VETRIOLESE

Il nostro cotto nasce in un paesino di nome Vetriolo situato tra Viterbo ed Orvieto. A far da cornice vi sono i Calanchi, il cui paesaggio lunare ha reso la vicina Civita di Bagnoregio famosa nel mondo. E’ stata proprio la ricchezza di argille superficiali a far sì che sin dalla notte dei tempi, l’arte di far mattoni sia stata una delle principali risorse del paese. Quest’arte tramandata di generazione in generazione è oggi arrivata a noi. Le tecniche di lavorazione sono praticamente le stesse degli anni passati. La meccanizzazione è stata soltanto rivolta alla preparazione dell’argilla, tutto il resto dalla realizzazione del manufatto, all’essiccazione fino alla cottura nel forno a legna è rimasto immutato. Tutto questo fa sì che il nostro sia rimasto un prodotto originale adatto sia ad ambienti rustici che moderni. Fondamentale la cottura nel forno a legna per 85 ore ed il successivo lento raffreddamento, che oltre a rendere i mattoni sfumati dal giallo al rosa, li rende anche perfettamente integri.

elementi_unici

RIVESTIMENTI

  • gradini, listelli, mattoni sagomati a elle, greche, smaltati (tutto delle misure richieste)

COPERTURE

  • coppi, tegole romane, tavelle da sottotetto (tutto delle misure richieste)

PAVIMENTI

  • originale (grezzo): è come si presenta il mattone appena sfornato
  • carteggiato (rettificato): il mattone viene passato una volta sola sotto una macchina calibratrice e vengono smussate le eventuali irregolarità
  • anticato: il mattone viene sottoposto a più passaggi sotto dei feltri che ne smussano le asperità e danno al manufatto un aspetto antico e vissuto.
  • levigato e calibrato: il mattone viene passato sotto una macchina calibratrice che lo rende perfettamente liscio e dall’aspetto marmoreo.
  • pretrattato: il mattone viene fornito già anticato oppure levigato e trattato con antimacchia

ELEMENTI DI ARREDO E FINITURE

  • cornici, barbacani per tetti, barbecue, fontanelle, caminetti, vasi, piani cucina su misura, pezzi speciali su richiesta (tutto su misura)
  • posa in opera
  • trattamento cotto

"Imperò che colui che vole lavorare, subbito che egli ha concio la terra, fatto di essa un pastel longo, ne taglia pezzi di grandezza di un buon panbuffetto. Il che fatto, piglia ad una a una gli detti pezzi e quelli tagliando con la palma della mano, come tagliano il pane i nostri biffolci, più volte sbattendo, la rimette insiemi nettando la se bruttura vi trova..."

COTTO VETRIOLESE

FORNACE DI VETRIOLO

Dr. Alessio Bianco
S.P. Vetriolese km 4
01022 Bagnoregio (VT) Italia

info@cottovetriolese.it
www.cottovetriolese.it
+39 338 6583879